I centri fitness, in Italia e all’estero, sono chiusi da oltre due mesi e la Fase 2 per queste realtà è ancora incerte per tempi di apertura e modalità di riavvio.

Sin d’ora, però si impone una sfida: mantenere l’afflusso di sportivi pari a quello pre-crisi nonostante il necessario distanziamento sociale e la sanificazione dopo ogni turno di allenamento.

Possibile affrontare e vincere la sfida? È pensabile un paradigma diverso da quello di palestre con parco macchine classico?

Alessandro Englaro e Mattiarmando Chiavegato, fondatori di Akuis, con sede a Tolmezzo, sono convinti che la svolta sia possibile centrando 4 obiettivi: miglioramento dell’offerta, ottimizzazione degli spazi, effettivo e riduzione dei picchi di affluenza. 

Obiettivi che Akuis può soddisfare con SINTESI, «la palestra robotica» ideata, progettata, sviluppata e realizzata a partire dal concetto di “una palestra nella palestra». Il suo concept è così innovativo e al contempo funzionale che Fibo, la più nota fiera internazionale del settore organizzata a Colonia, l’ha “nominata” tra le 4 migliori start up fitness al mondo.

SINTESI è una macchina robotica che, con la sua tecnologia innovativa consente di concentrare tutte le possibilità di allenamento di un’intera palestra in 2 metri quadri, rendendo l’allenamento più efficace, motivante e coinvolgente. 

Il concept in prospettiva post Covid- 19 è quello di suddividere gli spazi in postazioni di allenamento, più o meno isolate fra di loro, dove una persona si allena per tutto il tempo sulla stessa macchina. Grazie all’ingombro estremamente ridotto è possibile creare numerose postazioni nello spazio a disposizione e nel rispetto delle distanze di sicurezza.

Il software avanzato di SINTESI propone programmi di allenamento ottimizzati e personalizzabili e monitora i risultati. Si riduce così il tempo di permanenza in palestra in sessioni dai 30 ai 45 minuti, consentendo un rapido turnover e la gestione dei picchi di affluenza. Gli istruttori di sala o i personal trainer potranno poi preparare programmi personalizzati da remoto che SINTESI eseguirà autonomamente.

Con questo paradigma è possibile poi differenziare l’offerta, creando corsi, programmi di allenamento di gruppo (con distanze di sicurezza) attraverso uno schermo in dotazione ad ogni postazione. 

Quelle di Akuis sono soluzioni scalabili, dal piccolo centro di Personal training, che può sfruttare appieno le funzioni avanzate di SINTESI, alle palestre open, che beneficeranno maggiormente del trainer virtuale. Akuis entra anche nel settore Home Fitness con una versione dedicata di SINTESI e la piattaforma di Virtual Training in cloud che consente agli atleti domestici di allenarsi autonomamente o seguiti a distanza da un personal training fisico. «In questo modo vogliamo creare cooperazione e non competizione fra l’home fitness e il fitness professionale – concludono gli imprenditori Englaro e Chiavegato –. L’obiettivo è la soddisfazione del cliente e la ripresa di un settore fondamentale per la società».