Ne siamo rimasti così affascinati a prima vista che abbiamo deciso di toccarla con mano. Sintesi, la macchina robot-digitale multifunzione per il fitness in remoto, ha subito attirato la nostra curiosità non solo per il principio assolutamente innovativo da cui scaturisce, ma anche per l’aspetto elegante e accattivante che lo rende un oggetto di design unico nel suo genere.

Siamo quindi partiti alla volta di Tolmezzo, piccolo paese friulano situato tra le Alpi Carniche, dove si trova la sede operativa di Akuis Srl, per incontrare gli autori di questa straordinaria invenzione destinata a rivoluzionare per sempre il tradizionale concetto di training.

Lo staff ci accompagna nel salone che custodisce il prodotto ammiraglia dell’azienda e lei, Sintesi, con i suoi lunghi tubolari neri che si ergono sulla parete (ma, a scelta del cliente, possono essere anche dorati, argentati o di qualsiasi colore), ci sorprende per l’estetica minimale ma facilmente inseribile anche nei contesti più ricercati, per questo noi di The International Yachting Media già ce la immaginiamo a bordo di un superyacht. Ci stupiscono inoltre i suoi ingombri ridotti, la sua compattezza e la possibilità di disporla in orizzontale grazie a un’apposita pedana di supporto.

A vederlo di primo acchito, sembra un oggetto semplice da progettare, ma in realtà dietro a quei lunghi tubi apparentemente innocui, collegati tramite bluetooth a un tablet offerto in dotazione assieme alla macchina, in grado attraverso a un’app di personalizzare il proprio programma di allenamento e monitorarne i progressi, c’è dietro un intenso e meticoloso lavoro ingegneristico. Uno zelo e una precisione che si respira entrando in laboratorio laddove, tra ingranaggi di metallo, motori brushless e pc portatili collegati alle macchine, prende forma Sintesi.

L’idea geniale porta la firma in calce di due giovani imprenditori, Alessandro Englaro e Mattiarmando Chiavegato, un ingegnere aerospaziale e un architetto uniti dalla passione per il fitness, nonché fondatori di Akuis, il cui acronimo “Advanced Kinetic User Interaction Systems” la dice lunga su questa nuova filosofia di allenamento che, grazie a Sintesi, è attuabile ovunque ci si trovi, anche a bordo della propria imbarcazione.

“Spesso, quando siamo in palestra, eseguiamo una serie di esercizi senza tenere sotto controllo i nostri movimenti, quindi con il rischio di eseguirli in maniera scorretta – ci spiega Alexis Trerè, responsabile commerciale di Akuis – Sintesi nasce per ovviare a questo problema perché ci comunica in tempo reale come stiamo lavorando, guidandoci nei movimenti e fornendo elementi visivi per dirci se stiamo assumendo una postura corretta”.

Sintesi, però, non vuole sostituirsi né al personal trainer né alla palestra tradizionale (anche se rappresenta la soluzione più sicura in tempi di Covid), ma si propone come uno strumento usufruibile da tutti, adatto sia sul lato domestico che professionale, e accompagnata dalla figura del trainer virtuale che attraverso la macchina, assiste la persona che si allena a casa o in barca.

Sintesi, infatti, può essere installata all’interno di appartamenti, palestre, hotel, spa, centri di riabilitazione e imbarcazioni, grazie alle sue dimensioni molto ridotte, al suo peso contenuto e al software modulare che permette di personalizzarne le funzionalità in base al tipo di utilizzo che si intende fare.


La personal coach Samantha Pinna, testimonial di Sintesi, è un’ex velista

Durante la nostra visita in sede, abbiamo avuto il piacere e l’onore di incontrare Samantha Pinna. Personal coach, fitness model, campionessa di body building ed esperta in nutrizione sportiva, Samantha è anche un noto personaggio televisivo e ha deciso di prestare il suo volto (e i suoi muscoli) ad Akuis, di cui è testimonial e per la quale sta ultimando le riprese dei video-tutorial abbinati a Sintesi. Filmati, che a detta di Samantha, sono piuttosto faticosi. E se lo dice la numero uno del fitness non possiamo che crederle.

Nelle clip, più che le mie perfomance, sarebbe meglio mostrare la sottoscritta a fine allenamento: ogni volta sono sfinita! – scherza, ma mica troppo, la Pinna – Il training con Sintesi è totalmente differente da quello ordinario. Da quando utilizzo Sintesi, che è lo strumento fitness più evoluto in circolazione a livello tecnologico, il mio modo di allenarmi è radicalmente cambiato“.

Perché ho scelto Sintesi? Perché alza il livello qualitativo dell’allenamento e ti porta a pretendere dal tuo corpo e dalla tua mente il massimo della prestazione attraverso il Dynamic Vectoring, una tecnologia basata sulla biomeccanica e brevettata a livello internazionale, che permette di eseguire gli esercizi in modo naturale simulando il peso di gravità e garantendo totale libertà di movimento – afferma Samantha – Inoltre mette a disposizione dell’utente diversi profili di carico e monitora i dati in real time: insomma, lo trovo favoloso! Per me Sintesi rappresenta un allenamento esclusivo. E poi è un oggetto esteticamente bello da vedere: anche l’occhio vuole la sua parte”.

Al termine dell’intervista, Samantha ci svela le sue origini sarde, raccontandoci che sin da piccola suo padre le ha trasmesso l’amore per il mare e che la sua carriera da atleta è cominciata in barca a vela: Sintesi powered by Akuis, il fitness anche a bordo, non poteva avere migliore testimonial.